Via libera ad un altro metanodotto di raccordo con quello futuro del rigassificatore API. Contrasta con il Piano Regolatore ma il Comune di Falconara se ne frega! I 3.400 metri del metanodotto API e l’impianto di regolazione e misura vìolano il Piano di Risanamento dell’Area ad Elevato Rischio. Regione e Comune se ne fregano!

Su richiesta del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e su istanza della Società SNAM rete gas il Comune di Falconara Marittima ha approvato la conformità urbanistica "di un breve tratto di nuova condotta principale di collegamento al futuro impianto di API Nòva Energia".

Non solo metanodotti ma anche un'area di impianto di 8.000 mq.

Di fatto l'opera segna l'inizio dell'infrastruttura a supporto del rigassificatore di GNL di API.

Il Dirigente dell'Urbanistica… Continua a leggere...

A DISTANZA DI 12 ANNI, IL ROGO DEL 25 AGOSTO 1999, DOPO LE VITE UMANE, TENTA DI INGHIOTTIRE VERITA’ E GIUSTIZIA!

Il 25 Agosto 1999, alle 5,37, scoppiò un violento incendio presso la raffineria API di Falconara.

Quell'incendio uccise due lavoratori a causa delle ustioni riportate: Ettore Giulian e Mario Gandolfi.

Quell'incendio, che sembrava poter dare una svolta al futuro produttivo e territoriale di Falconara, della provincia di Ancona e della regione Marche, oggi tenta di inghiottire anche il futuro.

Ma qui, da questo sito, vogliamo parlare della verità e della giustizia… Continua a leggere...

RIDUZIONE DELLA SQUADRA ANTINCENDIO API: I COMITATI SCRIVONO AL CTR PREVENZIONE INCENDI!

I Comitati Villanova e Fiumesino hanno inviato una nota informativa al Comitato Tecnico Prevenzione Incendi della Regione Marche (CTR) relativamente al paventato dimezzamento della squadra di prevenzione ed antincendio contenuto nel Piano industriale di API raffineria di Ancona.

I Comitati hanno espresso una duplice preoccupazione che riguarda la sicurezza:

1) se il CTR